FEBBRAIO 2019 • Welcome on MUSEUM OF TRACCE CAHIERS D'ART

12 maggio 2018

Pienza, "Città Ideale" del Rinascimento e il Paesaggio arcadico dipinto da Andrea Locatelli. Pienza (Siena - Tuscany) "Ideal City" of Italian Renaissance and Arcadian Landscape painted by Andrea Locatelli. Written by Beniamino Vizzini. Italian / English


IL genere del paesaggio arcadico in pittura, inscenando pastorali fantasie composte in perfetto equilibrio tra natura e ragione, svela anzi, per meglio dire, riporta in superficie il fondo rimosso e occulto in ogni immagine prodotta da simili fantasie: il desiderio di una vita erotica o, dietro lo spazio ideale di una vagheggiata età dell’oro, l’attesa di una vita anteriore e sovraordinata al “disagio della civiltà”.

“Paesaggio laziale con veduta fantastica del Tempio della Sibilla a Tivoli, con pastori e armenti in primo piano” dipinto da Andrea Locatelli (Roma, 1695 - 1741). Questo dipinto, un olio su tela di cm 74 x 136, che viene esposto a Palazzo Borgia a Pienza, nell’ambito della XXXII Edizione “Pienza e i Fiori”, si può considerare come un importante ritrovamento in quanto si tratta, come si evince dal sigillo sul retro, di uno dei quadri che Locatelli, uno dei massimi esponenti della pittura romana di paesaggio, ha eseguito per il Re di Spagna ma che, fino ad ora, era rimasta completamente sconosciuta agli studi. 

La riemersione di questo autentico capolavoro, nella mostra a cura di Francesco Petrucci e Roggero Roggeri nelle sale del Museo di Palazzo Borgia (dal primo maggio al 2 giugno 2018), è stata stimolata proprio dalla manifestazione pientina. 

Nel contesto di un meraviglioso giardino effimero in cui si trasforma la piazza in pietra sullo sfondo della Cattedrale, nel centro storico della “Città Ideale” del Rinascimento, e molti spazi urbani sono addobbati come per una grande festa rinascimentale; nella prima metà di maggio, con bossi, rose rampicanti e tanti fiori che ornano le più belle zone della città, insieme alle proposte e alle idee originali di un grande mercato dei fiori, esteso lungo le strade dell’intero centro storico e nei vicini giardini di piazza Dante Alighieri, è consueta la presentazione in Palazzo Borgia di un dipinto che documenti un giardino, una natura morta o un paesaggio e, negli anni, molte sono state le opere di livello notevole che hanno avuto la funzione di testimonial della manifestazione.


VAL D'ORCIA , Giardino Villa La Foce

🌷ENGLISH: The genre of the Arcadian landscape in painting, staging pastoral fantasies composed in perfect balance between nature and reason unveils, or better to say, brings to the surface the background removed and hidden in every image produced by similar fantasies: the desire for an erotic life or, behind the ideal space of a cherished golden age, the expectation of an earlier and superordinate life to the "discomfort of civilization".

"Landscape with a fantastic view of the Temple of the Sibyl in Tivoli - Lazio Italy, with shepherds and herds in the foreground", painted by Andrea Locatelli (Rome, 1695 - 1741). This painting, it's an oil on canvas cm 74 x 136, which is exhibited at Palazzo Borgia in Pienza (province of Siena, Tuscany - Italy), as part of the XXXII Edition "Pienza and the Flowers", can be considered an important find because it is, as can be seen from the seal on the back, of one of the paintings that Andrea Locatelli, one of the leading exponents of Roman landscape painting, performed for the King of Spain but which, until now, had remained completely unknown to studies.

The re-emergence of this authentic masterpiece, in the exhibition curated by Francesco Petrucci and Roggero Roggeri in the rooms of the Palazzo Borgia Museum in Pienza (from May 1st to June 2nd, 2018), was stimulated by the show itself.

In the context of a marvelous ephemeral garden in which the stone square is transformed in the background of the Cathedral, in the historic center of Pienza the "Ideal City" of the Renaissance and many urban spaces are decorated like a large Renaissance festival; in the first half of May 2018, with boxwoods, climbing roses and many flowers that adorn the most beautiful areas of the city, along with the original proposals and ideas of a large flower market, spread along the streets of the entire old town and in the nearby gardens in Piazza Dante Alighieri, it is usual to present a painting in Palazzo Borgia that documents a garden, a still life or a landscape and, over the years, there have been many notable works that have served as testimonials for the event. 


LA VAL D'ORCIA dalla Cattedrale di Pienza
   

PIENZA (Siena) "Città Ideale" del Rinascimento
Cortile del Palazzo Piccolomini