GIUGNO • JUNE 2019 • Welcome on MUSEUM OF TRACCE CAHIERS D'ART

16 maggio 2019

GINO SEVERINI, Mare=Ballerina, Peggy Guggenheim Collection Venezia. Per la Settimana dei Musei #MUSEUMWEEK #Rainbow

#MuseumWeek2019 #RainbowMW Per la Settimana dei Musei 13 - 19 Maggio 2019 vogliamo proporre l'opera di GINO SEVERINI (Cortona 1883 - Parigi 1966) "Mare=Ballerina" dipinta dall'artista nel gennaio 1914 e da noi pubblicata sul cahier n.18 - 2013 di TRACCE CAHIERS D'ART nella rubrica Novecento Italiano, in occasione della mostra "La Collezione Gianni Mattioli. Il Primo Novecento Italiano" alla Peggy Guggenheim Collection di Venezia.

#MuseumWeek2019 #RainbowMW For the Museum Week May 13 - 19, 2019 we want to propose the artwork painted by GINO SEVERINI (Cortona, Tuscany 1883 - Paris 1966) "Sea = Dancer" in January 1914. We published it on cahier n.18 - 2013 of TRACCE CAHIERS D'ART art magazine, in the Italian Twentieth Century column, on the occasion of the exhibition "The Gianni Mattioli Collection. The Italian Early Twentieth Century" at Peggy Guggenheim Collection in Venice.

19 aprile 2019

Una città ideale. Dürer, Altdorfer e i Maestri Nordici della Collezione Spannocchi di Siena in mostra fino al 5 Maggio 2019 sul N. 30 - Primavera 2019 di TRACCE CAHIERS D'ART


Joahnn König (Norimberga 1586 - 1635 circa)
Il Giorno (Cristo tentato), 1610 circa, olio su tela, cm 63 x 93,5
Siena, Pinacoteca Nazionale, inv. 458


Sul Numero 30 di Tracce Cahiers d'Art Rivista d'Arte - Primavera 2019, dedichiamo le pagine 22 - 29 alla mostra “Una città ideale. Dürer, Altdorfer e i Maestri Nordici della Collezione Spannocchi di Siena”, a cura di Cristina Gnoni Mavarelli, Maria Mangiavacchi e Daniele Pittèri, in corso al Santa Maria della Scala di Siena. Inizialmente prevista fino al 5 Maggio, è stata prorogata al 4 Novembre 2019.

L’esposizione, promossa dal Comune di Siena e dal Polo Museale della Toscana, si configura come una tappa del processo di riunificazione dei dipinti della Collezione Spannocchi, donati al Comune nel 1835 e conservati in larga parte nella Pinacoteca Nazionale e nel Museo Civico di Siena, presso il Santa Maria della Scala.

La mostra in attesa dell’auspicata ricomposizione di quella che è senz’altro la più rilevante raccolta senese, sia per l’elevata qualità delle opere che per la storia del collezionismo cittadino, intende proporre una significativa selezione delle opere fiamminghe e nordiche della Collezione Spannocchi, esposte in un percorso tematico ed organizzate cronologicamente. Infine la mostra al Santa Maria della Scala consente di cogliere lo spirito collezionistico che interessò dapprima i Gonzaga a Mantova, da cui proviene parte della collezione, e successivamente, le famiglie Piccolomini e Spannocchi a Siena.

DAL DISEGNO ALLA PITTURA
è il titolo del N. 30 - Primavera 2019 di Tracce Cahiers d'Art Rivista d'Arte in formato eBook PDF, a cura di Marianna Montaruli e Beniamino Vizzini per le Edizioni d'arte Félix Fénéon. Edizione in Italiano Inglese. L'Abbonamento alla Rivista è di 10 euro • Una copia 5 euro. La Rivista si acquista sulla libreria online o si riceve per Abbonamento. Per richiedere la Rivista la nostra email è mail.tracce@libero.it

13 aprile 2019

Isola Bella, Lago Maggiore... rêve réalisé, pure magie


Olivier Gabet è direttore del Musée des Art Décoratif di Parigi https://madparis.fr/
est le directeur du musée des Arts décoratifs à Paris @madparisfr

30 marzo 2019

CAMILLE PISSARRO "Jardin d'Éragny", 1898. Una pagina di TRACCE CAHIERS D'ART n.26 pag.17


26 marzo 2019

IL GIARDINO DI BOBOLI a Firenze apre i cancelli alla Primavera This Spring come to the BOBOLI GARDENS in Firenze - Italy


21 gennaio 2019

LUCIANO REGOLI sul Museo di Tracce Cahiers d'Art. Testo di Beniamino Vizzini • The Italian artist LUCIANO REGOLI on the Museum of Tracce Cahiers d'Art. Written by Beniamino Vizzini

L’arte disobbediente di Luciano Regoli

La mirabile arte di Luciano Regoli, Maestro della Scuola dell’isola d’Elba, non è che la prova esemplare di quanto l’obbedienza ai valori della grande pittura non sia altro se non, in verità, un atto di radicale disobbedienza nel mondo dell’arte contemporanea. Il senso di tale giudizio potrebbe apparire con tanta maggiore chiarezza, se solo venissero riconsiderate le seguenti parole di Pier Paolo Pasolini, il quale ragionando intorno ad una certa inversione semantica di termini convenzionali, così concludeva le sue riflessioni: “...in quanto consenziente all’ideologia distruttrice del nuovo modo di produzione, chi si crede disobbediente (e come tale si esibisce) è in realtà obbediente; mentre chi dissente dalla suddetta ideologia distruttrice – e, in quanto crede nei valori che il nuovo capitalismo vuole distruggere, è obbediente – è dunque in realtà disobbediente”.

Sulla pittura di Luciano Regoli e della Scuola dell’Elba abbiamo pubblicato un’ampia documentazione su TRACCE CAHIERS D'ART 28.


The disobedient art of Luciano Regoli

The admirable art of Luciano Regoli, Master of the School of Elba, is nothing but the exemplary proof of how obedience to the values ​​of great painting is nothing but, in truth, an act of radical disobedience in the world of contemporary art. The sense of this judgment could appear with much greater clarity, if only the following words of Pier Paolo Pasolini were reconsidered, which reasoning around a certain semantic inversion of conventional terms, thus concluded his reflections: "...as consenting to the destructive ideology of the new mode of production, those who believe disobedient (and as such performs) are actually obedient; while those who disagree with the mentioned destructive ideology – and, as they believe in the values ​​that the new capitalism wants to destroy, are obedient – are therefore in fact disobedient ".
written by Beniamino Vizzini

On the painting by Luciano Regoli and the School of Elba, we have published extensive documentation on TRACCE CAHIERS D'ART 28.
                                                                   

16 gennaio 2019

VILLE MEDICEE : Villa Ambra di Poggio a Caiano su TRACCE CAHIERS D'ART 27 testi del prof. Beniamino Vizzini


2 gennaio 2019

COURBET E LA NATURA al Palazzo dei Diamanti di Ferrara su Tracce Cahiers d'Art numero 29 • COURBET AND NATURE at Palazzo dei Diamanti in Ferrara Italy on Tracce Cahiers d'Art 29


Gustave Courbet "L'onda", 1869 circa, olio su tela, cm 46 x 55
Edimburgo, National Galleries of Scotland
dono di Sir Alexander Maitland in memoria della moglie Rosalind
"Autoritratto con il cane nero", 1842, olio su tela, cm 46,5 x 55,5
Parigi Petit Palais Musée des Beaux-Arts de la Ville de Paris

In Italia è passato mezzo secolo dall'ultima ampia rassegna dedicata a GUSTAVE COURBET. Questa lacuna viene colmata dalla spettacolare mostra monografica che, dal 22 Settembre 2018 fino al 6 Gennaio 2019, Palazzo dei Diamanti di Ferrarra dedica al grande artista francese.
TRACCE CAHIERS D'ART nel Numero 29 - eBook PDF ha pubblicato un ampio servizio, con il testo a cura del prof. Beniamino Vizzini.

In Italy, half a century has passed since the last extensive exhibition dedicated to GUSTAVE COURBET. This gap is filled by the spectacular monographic exhibition that, from 22 September 2018 until 6 January 2019, Palazzo dei Diamanti in Ferrarra dedicates to the French artist.
TRACCE CAHIERS D'ART 29 - eBook PDF has published an extensive service, with the text written by prof. Beniamino Vizzini.

16 dicembre 2018

GRAND TOUR ITALIA Dicembre 2018 Veduta di Roma e Palermo, Teatro Massimo • ITALY GRAND TOUR Rome and Palermo, MUSEUM OF TRACCE CAHIERS D'ART December 2018

GRAND TOUR ITALIA
Veduta di Roma
Palermo, Teatro Massimo

ROME, December 2018 • credit photo: @Mustapha1508
PALERMO, Teatro Massimo, December 2018 • credit photo: @riotta


16 novembre 2018

IL Museo di Tracce Cahiers d'Art • IL CASTELLO DI CLOS LUCÉ • LE CHÂTEAU DU CLOS LUCÉ, Amboise - Val de Loire, France sur le Musée de Tracce Cahiers d'Art

"La Nature est pleine de causes infinies que l'expérience n'a jamais démontrée", Leonardo


Château du Clos Lucé - Parc Leonardo da Vinci, Amboise - Val de Loire, France
images: @closluce




Al Castello di Clos Lucé ad Amboise in Francia, Leonardo da Vinci visse gli ultimi anni della sua vita, dal 1516 al 1519. Nelle foto i colori autunnali del Parco.

CHÂTEAU DU CLOS LUCÉ, Amboise - Val de Loire, FRANCE, la dernière demeure de LEONARDO DA VINCI, 1516 - 1519. Tons automnaux! Les couleurs changent à vive allure dans le Parc Leonardo da Vinci. www.vinci-closluce.com

"Le Clos Lucé a été un cadre de travail et d’inspiration pour le peintre Léonard", déclare François Saint Bris, président du Château du Clos Lucé. Au Clos Lucé, de 1516 à 1519, Léonard de Vinci multiplie, dans ses ateliers, des projets, personnels et des commandes royales, mais la peinture occupe une place centrale dans ce foisonnement créatif au Clos Lucé. Pour Léonard de Vinci, la Peinture est l’art suprême, celui qui concentre les savoirs développés dans les autres disciplines. Don Antonio de Beatis, le précieux secrétaire du cardinal d’Aragon, qui lui rend visite le 10 octobre 1517 au Clos Lucé, affirme avoir vu les trois chefs d’oeuvres - la Sainte Anne, la Joconde et le Saint-Jean-Baptiste - et une "infinité de manuscrits".

LE PARC LEONARDO DA VINCI - Premier parc culturel, ce parcours paysager est un véritable voyage initiatique sur les traces de ce génie visionnaire. Une promenade culturelle et ludique, pour pénétrer l’univers de la création de Léonard de Vinci…

LE JARDIN DE LÉONARD - Déployé sur un hectare, le "Jardin de Léonard" a été paysagé et planté dans l’esprit des tableaux et dessins de Léonard de Vinci, une expérience sensorielle qui éclaire son lien avec la nature, cette nature qui lui faisait dire : "Tout est là".


11 novembre 2018

IL Museo di Tracce Cahiers d'Art. Aggiornamenti - VAN GOGH • MUSEUM OF TRACCE CAHIERS D'ART. Updates • VAN GOGH


A Vincent Van Gogh exhibition poster dating from 1947
Photograph: Tate Britain / PA

VAN GOGH - IL prossimo anno, dal 27 Marzo all'11 Agosto 2019, si preannuncia una grande mostra alla Tate Britain di Londra, VAN GOGH AND BRITAIN. Questo nella foto è il manifesto della precedente mostra che si tenne alla Tate nel 1947.
Su VAN GOGH è uscito un eBook di TRACCE CAHIERS D'ART, dal titolo LA NATURA NELL'ARTE DI VAN GOGH, con il testo scritto da Beniamino Vizzini - Edizioni d'arte Fénéon, che i Lettori possono acquistare nella Libreria online di Tracce Cahiers d'Art a € 3,99.

VAN GOGH - Next year, from March 27th to August 11th 2019, there will be a great exhibition at Tate Britain in London, VAN GOGH AND BRITAIN. This in the photo is the poster of the previous exhibition that was held at the Tate in 1947.
On VAN GOGH, TRACCE CAHIERS D'ART art magazine has published a special issue in digital format (eBook PDF), titled THE NATURE IN THE ART OF VAN GOGH, written by Beniamino Vizzini - publisher: Edizioni d'arte Fénéon, that Readers and Art Lovers can buy on the online bookshop of Tracce Cahiers d'Art for € 3.99.

14 settembre 2018

IL MUSEO DI TRACCE CAHIERS D'ART. Paesaggio e Allegoria. Antica colonna ionica a Delfi • MUSEUM OF TRACCE CAHIERS D'ART. Landscape and Allegory. Ancient ionic column in Delphi


Un rudere antico od una rovina architettonica mostrano d’essere, all’interno del paesaggio, un’isola allegorica dove si celebrano i trionfi della natura sopra alle lontananze e  aeree prospettive della storia. La rovina contrassegna un paesaggio dentro al paesaggio. Dentro al paesaggio del presente vive un paesaggio poetico ovvero, lo scenario di un tempo che sembra perdersi nel passato ma che, in verità, non termina mai di sfuggire alla storia.


An ancient architectural ruin shows to be, within the landscape, an allegorical island where the triumphs of nature are celebrated above the distant and aerial perspectives of history. Ruin marks a landscape in to the landscape. Inside the landscape of the present lives a poetic landscape that is, the scenario of a time that seems to get lost in the past but that, in truth, never ends up escaping history.

written by Beniamino Vizzini, Tracce Cahiers d’Art art magazine

18 luglio 2018

IL MUSEO DI TRACCE CAHIERS D'ART. Francesco Trombadori, "Siracusa mia!" in mostra alla Galleria d'Arte Moderna di Palermo ☀️MUSEUM OF TRACCE CAHIERS D'ART. Francesco Trombadori, "My Syracuse!" in exhibition till September 2, 2018 at Galleria d'Arte Moderna in Palermo - Sicily ITALY


IL titolo della mostra "L'essenziale verità delle cose" in corso alla Galleria d'Arte Moderna di Palermo è tratto da una considerazione di Francesco Trombadori (Siracusa 1886 - Roma 1961) che per intero recita: ”Moderna non è certo l’arte perché rispecchia il nostro tempo, che allora si tratterebbe di una questione di moda e formale. L’arte moderna come è anche antica, solo quella che riesce ad esprimere l’essenziale verità delle cose con profonda umanità e spiritualità…”, un pensiero che, chiarendo quali siano le aspirazioni dell’artista, ne spiegano anche il proprio coerente percorso pittorico.
Altre opere di Francesco Trombadori esposte in mostra, sono pubblicate su TRACCE CAHIERS D'ART Rivista d'Arte N. 28 - Estate 2018.

☀️ENGLISH: The title of the exhibition "The essential truth of things" in progress at the Galleria d'Arte Moderna in Palermo - Sicily ITALY is taken from a consideration by italian painter Francesco Trombadori (Syracuse 1886 - Rome 1961) that reads entirely: "Modern art is certainly not art because it reflects our time, which then would be a matter of fashion and formality. Modern art as it is also ancient, only the one that is able to express the essential truth of things with profound humanity and spirituality...", a thought that, clarifying what the artist's aspirations are, also explain his coherent pictorial path .
Other works by Francesco Trombadori in exhibition, are published on TRACCE CAHIERS D'ART art magazine Number 28 - Summer 2018.

11 giugno 2018

IL MUSEO DI TRACCE CAHIERS D'ART. Arte senza Tempo. Marianna Montaruli, Collage 2018. Timeless Art. Drawing by Bernardino Luini and Frescoes before 79 AD from Oplontis ITALY


Marianna Montaruli, Arte senza Tempo, TIMELESS ART, Collage, 2018

ARTE SENZA TEMPO - Disegno di Bernardino Luini (1481 - 1532) e Affreschi provenienti dalla Villa di Poppea - Oplontis, Campania.
🍃ENGLISH: TIMELESS ART - Drawing by Bernardino Luini (1481 - 1532) and Frescoes before 79 AD from Villa of Poppea - Oplontis, Campania ITALY.

5 giugno 2018

I PAESAGGI DI CARLO CARRÀ di Beniamino Vizzini. Video. Landscapes painted by Italian artist Carlo Carrà. Written by Beniamino Vizzini



In occasione della grande mostra dedicata a Carlo Carrà (1881 - 1966) dal Museo d'Arte di Mendrisio in Svizzera nel 2013, Beniamino Vizzini – direttore e fondatore di TRACCE CAHIERS D'ART Rivista d'Arte – scrisse e pubblicò sul giornale americano La Voce di New York un saggio dedicato a Carlo Carrà dal titolo "Un poema pieno di spazio e di sogno: I Paesaggi di Carlo Carrà" e che ebbe un grande successo tra i lettori d'oltreoceano. Ed ecco qui su IL MUSEO DI TRACCE CAHIERS D'ART il video da noi realizzato e dedicato ai Paesaggi di Carrà. Per il testo pubblicato su La Voce di New York: CONTINUA A LEGGERE...

🍃ENGLISH: On the occasion of the great exhibition dedicated to the Italian artist Carlo Carrà (1881 - 1966) at the Mendrisio Museum of Art in Switzerland in 2013, Beniamino Vizzini, founder and director of TRACCE CAHIERS D'ART art magazine, wrote and published on the American newspaper La Voce di New York an essay dedicated to Carlo Carrà, entitled "A poem full of space and dream: The Landscapes of Carlo Carrà" and that was a great success among readers overseas. On THE MUSEUM ONLINE OF TRACCE CAHIERS D'ART you can see our video. For reading the article published on La Voce di New York newpaper clic on KEEP READING...

12 maggio 2018

Pienza, "Città Ideale" del Rinascimento e il Paesaggio arcadico dipinto da Andrea Locatelli. Pienza (Siena - Tuscany) "Ideal City" of Italian Renaissance and Arcadian Landscape painted by Andrea Locatelli. Written by Beniamino Vizzini. Italian / English


IL genere del paesaggio arcadico in pittura, inscenando pastorali fantasie composte in perfetto equilibrio tra natura e ragione, svela anzi, per meglio dire, riporta in superficie il fondo rimosso e occulto in ogni immagine prodotta da simili fantasie: il desiderio di una vita erotica o, dietro lo spazio ideale di una vagheggiata età dell’oro, l’attesa di una vita anteriore e sovraordinata al “disagio della civiltà”.

“Paesaggio laziale con veduta fantastica del Tempio della Sibilla a Tivoli, con pastori e armenti in primo piano” dipinto da Andrea Locatelli (Roma, 1695 - 1741). Questo dipinto, un olio su tela di cm 74 x 136, che viene esposto a Palazzo Borgia a Pienza, nell’ambito della XXXII Edizione “Pienza e i Fiori”, si può considerare come un importante ritrovamento in quanto si tratta, come si evince dal sigillo sul retro, di uno dei quadri che Locatelli, uno dei massimi esponenti della pittura romana di paesaggio, ha eseguito per il Re di Spagna ma che, fino ad ora, era rimasta completamente sconosciuta agli studi. 

La riemersione di questo autentico capolavoro, nella mostra a cura di Francesco Petrucci e Roggero Roggeri nelle sale del Museo di Palazzo Borgia (dal primo maggio al 2 giugno 2018), è stata stimolata proprio dalla manifestazione pientina. 

Nel contesto di un meraviglioso giardino effimero in cui si trasforma la piazza in pietra sullo sfondo della Cattedrale, nel centro storico della “Città Ideale” del Rinascimento, e molti spazi urbani sono addobbati come per una grande festa rinascimentale; nella prima metà di maggio, con bossi, rose rampicanti e tanti fiori che ornano le più belle zone della città, insieme alle proposte e alle idee originali di un grande mercato dei fiori, esteso lungo le strade dell’intero centro storico e nei vicini giardini di piazza Dante Alighieri, è consueta la presentazione in Palazzo Borgia di un dipinto che documenti un giardino, una natura morta o un paesaggio e, negli anni, molte sono state le opere di livello notevole che hanno avuto la funzione di testimonial della manifestazione.


VAL D'ORCIA , Giardino Villa La Foce

🌷ENGLISH: The genre of the Arcadian landscape in painting, staging pastoral fantasies composed in perfect balance between nature and reason unveils, or better to say, brings to the surface the background removed and hidden in every image produced by similar fantasies: the desire for an erotic life or, behind the ideal space of a cherished golden age, the expectation of an earlier and superordinate life to the "discomfort of civilization".

"Landscape with a fantastic view of the Temple of the Sibyl in Tivoli - Lazio Italy, with shepherds and herds in the foreground", painted by Andrea Locatelli (Rome, 1695 - 1741). This painting, it's an oil on canvas cm 74 x 136, which is exhibited at Palazzo Borgia in Pienza (province of Siena, Tuscany - Italy), as part of the XXXII Edition "Pienza and the Flowers", can be considered an important find because it is, as can be seen from the seal on the back, of one of the paintings that Andrea Locatelli, one of the leading exponents of Roman landscape painting, performed for the King of Spain but which, until now, had remained completely unknown to studies.

The re-emergence of this authentic masterpiece, in the exhibition curated by Francesco Petrucci and Roggero Roggeri in the rooms of the Palazzo Borgia Museum in Pienza (from May 1st to June 2nd, 2018), was stimulated by the show itself.

In the context of a marvelous ephemeral garden in which the stone square is transformed in the background of the Cathedral, in the historic center of Pienza the "Ideal City" of the Renaissance and many urban spaces are decorated like a large Renaissance festival; in the first half of May 2018, with boxwoods, climbing roses and many flowers that adorn the most beautiful areas of the city, along with the original proposals and ideas of a large flower market, spread along the streets of the entire old town and in the nearby gardens in Piazza Dante Alighieri, it is usual to present a painting in Palazzo Borgia that documents a garden, a still life or a landscape and, over the years, there have been many notable works that have served as testimonials for the event. 


LA VAL D'ORCIA dalla Cattedrale di Pienza
   

PIENZA (Siena) "Città Ideale" del Rinascimento
Cortile del Palazzo Piccolomini
                                                                       
                                                                           

22 aprile 2018

Giornata della Terra. Earth Day. Atelier di Palazzo Fortuny Venezia Mariano Fortuny y Madrazo, Terra Acqua Fuoco Aria


Mariano Fortuny y Madrazo (Granada 1871 - Venezia 1949)
"Terra Acqua Fuoco Aria", Atelier di Palazzo Fortuny, San Marco Venezia

IL Museo di Tracce Cahiers d'Art per La Giornata Mondiale della Terra, 22 Aprile 2018, pubblica i quattro elementi: Terra Acqua Fuoco Aria, dipinti da Mariano Fortuny y Madrazo e conservati a Palazzo Fortuny a Venezia. #GiornataDellaTerra

🌍 ENGLISH: The Museum online of Tracce Cahiers d'Art for the Day of the Earth - April 22, 2018 - publishes the Four Elements, Earth Water Fire Air painted by Mariano Fortuny y Madrazo (Granada, Spain 1871 - Venice 1949) at Fortuny Palace in Venice. #EARTHDAY